Continua il nostro viaggio alla ricerca dei sapori che hanno caratterizzato la storia della cucina italiana. Oggi ci occuperemo di uno dei must intramontabili della nostra tradizione culinaria: il risotto ai frutti di mare. Un vero e proprio evergreen, che ben si adatta alle festività natalizie. Anche se, indovinare la cottura del riso è una vera missione. Per questo abbiamo deciso di svelarti tutti i segreti per realizzare un piatto senza precedenti: seguici passo dopo passo!

 

Ingredienti per quattro persone

 

Prendi foglio e penna e segna questi ingredienti che ci serviranno per realizzare questa ricetta.

  • Riso Carnaroli 320 g
  • Vongole 500 g
  • Cozze 1 kg
  • Tartufi di mare 500 g
  • Fasolari 
  • Calamari 500 g
  • Gamberi  500 g
  • Peperoncino
  • Sedano
  • Carote
  • Prezzemolo
  • Aglio 
  • Cipollotto
  • Vino bianco 90 g
  • Olio extra vergine d’oliva q.b
  • Pepe Nero

 

Procedimento

 

Una volta che abbiamo tutti gli ingredienti a portata di mano, partiamo dal brodo vegetale, che dovrà essere esclusivamente fatto da noi in casa. Per un litro di acqua, aggiungiamo sedano, carote, una cipolla e sale q.b, lasciando bollire lentamente.

Nel frattempo, utilizziamo questo tempo per pulire i frutti di mare. Ovviamente, occorre scartare tutte le vongole, i fasolari, i tartufi di mare e le cozze già aperte oppure dischiuse, perché potrebbero compromettere l’intero risultato. Una volta puliti tutti i frutti di mare, passiamo ai calamari. Svuotata la parte interna e staccata la relativa pelle, dovranno essere tagliati a listarelle, mentre i gamberi andranno sgusciati per poter essere pronti all’uso.

 

Preparare una padella con olio extra vergine d’oliva e 1 spicchio d’aglio. Far rosolare per qualche secondo e aggiungere peperoncino e prezzemolo (entrambi tritati) per un soffritto spettacolare. Far passare qualche minuto e versare il pesce nella padella (gamberi e calamari), aggiungendo del vino bianco per far sfumare il tutto. 

Giunti a cottura, trasferire il pesce in un recipiente chiuso. Nella stessa padella, andremo a riporre i frutti di mare per farli schiudere. Una volta che si saranno aperti, occorre passare alla seconda fase: sgusciarli, lasciandone qualcuno integro (che andremo ad utilizzare per la composizione del piatto). Qui occorre prestare molta attenzione: l’acqua rilasciata non va assolutamente buttata, ma messa in un recipiente a parte e conservata (ci servirà in seguito per cuocere il riso).

Trasferiamo i frutti di mare all’interno di un terzo recipiente sempre chiuso, e nella stessa padella, andiamo a tostare il riso. Una volta che avrà raggiunto il colore dorato, aggiungere del vino bianco per far sfumare. Quando il vino sarà evaporato, per cuocere il riso, occorre versare un po’ alla volta del brodo vegetale e l’acqua dei frutti di mare.

A pochi minuti dalla cottura desiderata, tuffare i calamari, i gamberi e i frutti di mare all’interno della padella con il riso e amalgamare bene il tutto, mescolando energicamente.

Non ci resta che impiattare, usando i frutti di mare non sgusciati. L’ultimo passaggio sai qual è? Versarti un buon bicchiere di vino e gustarti il piatto, dando piena soddisfazione alle tue papille gustative.