Il dolce profumo d’estate, i pranzi in riva al mare, le piacevoli serate in compagnia: il protagonista sempre loro, le cozze! Molluschi il cui profumo inebria i sensi, il cui sapore dà vita ad esperienze sensoriali uniche, la cui presenza arricchisce, domina e cattura la scena.

Proprio per questo, abbiamo deciso di realizzare un vero e proprio approfondimento su una delle questioni, delle dinamiche, delle domande che maggiormente ci viene posta: come conservare le cozze correttamente. Seguici in questo percorso!

 

Come conservare le cozze in frigorifero

Dona apre frigo per conservare le cozze

 

Le cozze, o mitili, sono un alimento gustoso e adatto alla preparazione di vari piatti, antipasti, primi e secondi di pesce. Ad ogni modo le cozze fresche possono essere conservate, sia cotte sia crude, in frigorifero per alcuni giorni. Quello che noi consigliamo, indichiamo e suggeriamo è di consumarle appena acquistate per preservare i valori nutrizionali, godere del sapore unico e assaporarne la freschezza. 

 

Come conservare le cozze crude in frigo

 

Se hai comprato le cozze vive in pescheria, appena arrivato a casa, l’ideale sarebbe metterle in un colino (lasciandole sempre nella loro rete) e poi in un’altra ciotola o recipiente o piatto, in modo che possano perdere il loro liquido in frigo senza contaminare gli altri alimenti.

Per conservare correttamente le cozze in frigo è necessario prestare attenzione a tali indicazioni: 

  1. È importante che le cozze possano respirare e che restino umide. Per questo motivo è buona norma coprirle con un panno umido e riporle nel ripiano più basso del frigorifero;
  2. Ricorda di non aggiungere acqua o le cozze potrebbero morire;
  3. Per conservarne la freschezza, aggiungere un sacchetto col ghiaccio sopra il panno o tovagliolo umido ma mai a contatto diretto con le cozze;
  4. La temperatura in cui devono essere conservate è tra i 4° e i 6°;
  5. Ogni giorno le cozze rilasceranno acqua. Se non le hai riposte in un colino ma direttamente in un contenitore, piatto o recipiente, l’acqua si accumulerà nel fondo. Per evitare che l’acqua esca fuori e contamini gli altri alimenti, svuota il recipiente ogni giorno.

Con queste attenzioni le cozze dovrebbero sopravvivere per 2-3 giorni. Se sono rimaste in frigo per 4 giorni, buttale via. 

Prima di cuocerle, assicurati che siano ancora fresche. Per farlo controlla i gusci. Quelli danneggiati, gettali via direttamente. Annusali e senti l’odore. Se il loro profumo ricorda il mare, allora sono buone per essere cotte, se viceversa emanano un odore troppe penetrante, molto probabilmente non possono essere mangiate.

 

Come conservare le cozze cotte in frigorifero

Foto di un vassoio di cozze cotte con di fianco cozze crude

 

Una volta cotte, le cozze possono essere tenute in frigorifero da 1 a 4 giorni. Possono essere conservate in un contenitore o in una bustina a chiusura ermetica. È una buona pratica coprire le cozze con la loro acqua di cottura. 

Prima di consumarle controlla l’odore e la consistenza. Se il profumo risulta sgradevole e la consistenza molle significa che la cozza non è più commestibile. 

Per evitare contaminazioni batteriche tieni le cozze cotte lontane dai molluschi crudi. 

 

Come conservare le cozze in freezer

 

Un’altra domanda che spesso ci viene posta è: posso conservare le cozze in freezer? La risposta è sì, ma non è quello che noi consigliamo. Perché? Perché in questo modo si rischia di perdere o di diminuire tutte quelle che sono le proprietà benefiche di tale ingrediente. Motivo per il quale consigliamo sempre di consumarle appena acquistate per garantire freschezza e qualità del prodotto. Al tempo stesso, se avete la necessità di congelarle, ecco i nostri consigli.

 

Come conservare le cozze vive in freezer

Immagine di una busta di cozze surgelate

 

Prima di congelare le cozze vive, bisogna pulirle. Per prima cosa metti le cozze in un recipiente con acqua fredda e inizia a pulirle, rimuovendo le incrostazioni. Ricorda di scartare le cozze danneggiate o che a colpo d’occhio sembrano morte. 

Una volta completata la pulizia, metti le cozze in un sacchetto robusto e fai uscire quanta più aria possibile. Utilizza la parte esterna del sacchetto per scrivere la data in cui hai congelato le cozze. Da quel momento potrai consumarle entro 3 mesi. Oltre quel tempo subiranno un continuo declino. 

Quando deciderai di mangiarle, fai scongelare le cozze nel frigorifero. Oppure mettile in ammollo in un recipiente d’acqua fredda per un’ora. Potrai cuocerle entro 2 giorni dallo scongelamento.

Le cozze scongelate, una volta cotte possono risultare più molli del solito. Non bisogna mettere le cozze scongelate di nuovo nel freezer perché si rischia di stare male.

 

Come conservare le cozze cotte in freezer 

 

Tegami con cozze appena cotteDopo aver cotto le cozze, rimuovi i gusci aiutandoti con un cucchiaio o un coltello. Se le cozze sono state cotte bene, sarà un’operazione abbastanza semplice da fare. I molluschi dovrebbero staccarsi facilmente senza richiedere troppe pressioni esterne. 

Metti da parte i molluschi che vuoi congelare. Riponili in un contenitore con chiusura ermetica o in alternativa in un sacchetto robusto. Disponi le cozze come preferisci ma ponile in modo da poterle coprire completamente con la loro acqua di cottura che contribuirà a mantenerle saporite. Aspetta che si sia raffreddata prima di versarla nel contenitore o sacchetto. 

Scrivi la data di congelamento all’esterno del recipiente per ricordarti il tempo massimo in cui devono essere consumate. Le cozze cotte possono essere conservate in freezer per 4 mesi dopodiché inizieranno a perdere consistenza e sapore.  

Se hai ulteriori curiosità, contattaci pure, ma ricorda che il consiglio che ti diamo è di ricorrere a questa pratica solo in casi estremi. Le cozze, come tutti i molluschi, non vanno conservati, ma consumati freschi per godere a pieno del loro sapore unico!