Ensis Minor

L’Ensis Minor è l’unico, vero, cannolicchio nostranoSpesso confuso con il Solen Vagina, di cui in seguito analizzeremo le differenze, ha origini molto, molto antiche.

Basti pensare che era così apprezzato e disponibile nelle acque nostrane tanto da rappresentare uno degli ingredienti tipici di tantissime ricette tradizionali. Molteplici sono le testimonianze di pescatori, che appena li raccoglievano, li mangiavano crudi in riva al mare. 

Negli anni però, precisamente a partire dalla fine degli anni settanta, la situazione è mutata: ora rappresenta quasi una rarità, un mollusco pregiato, difficilmente rinvenibile. Scopriamo insieme le caratteristiche morfologiche di questo mollusco, appartenente alla famiglia delle Pharidae.

 

Caratteristiche Morfologiche dei cannolicchi Ensis Minor

 

La struttura del guscio è fragile, equivalve ed inequilaterale. La conchiglia è dritta, allungata (quasi un rettangolo con margini tronchi), cilindrica e aperta alle due estremità con le due valve convesse, da una di queste sporgono due sifoni.

I margini sono ensiformi, dorsali e ventrali diritti. Sia quello posteriore che anteriore sono tronchi. Troviamo l’assenza di solchi trasversali sul margine anteriore delle due valve.

Sulla faccia esterna di quest’ultime, si nota la presenza di strie longitudinali di accrescimento che piegano ad angolo retto lungo una linea diagonale che dall’umbone scende in direzione dell’angolo opposto.

L’impronta del muscolo adduttore anteriore supera nettamente l’estremità posteriore del legamento. Il seno palleale a forma di U ha una dimensione uguale o leggermente inferiore rispetto alla lunghezza della cicatrice dell’adduttore.

Entrambe le valve sono munite di cerniera, con due denti cardinali, due denti laterali a sinistra e un dente cardinale e laterale a destra. Si differisce dalla specie Solen Marginatus per la mancanza di un solco al margine anteriore delle valve.

Dimensioni: fino a 17 cm di lunghezza.

 

Caratteristiche organolettiche degli Ensis Minor

 

La particolarità delle carni è il gusto saporitoche delizia e allieta le papille gustative. Dalla buona consistenza delle carni, viene ritenuto un mollusco pregiato data la sua poca reperibilità. L’odore è delicato, tipico di tale specie.

 

Colorazione interna ed esterna dei cannolicchi Ensis Minor

 

Il periostraco è di colore verdastro, che assume tonalità scure tendenti al marrone soprattutto verso i margini. La colorazione esterna può essere:

  • brunastra
  • bruno-giallastra
  • grigio-pallida

Su ogni valva, vi è la presenza di una fascia biancastra triangolare allungata con fascette verticali brunastre, con sfumature violacee. La colorazione interna è biancastra.

 

Provenienza e Habitat dei cannolicchi Ensis Minor

 

La diffusione principale è nelle acque del Mediterraneo. Vivono in fondali sabbiosi, di poca profondità (si passa da pochi decimetri d’acqua ad un massimo di 4 metri).

Vengono pescati e selezionati a mano direttamente a bordo delle imbarcazioni, dotate di draga idraulica, i cosiddetti turbosoffianti, durante tutto l’anno ad esclusione dei periodi di fermo biologico.

Durante le basse maree, la pesca può essere esercitata anche a mano in zone poco profonde del litorale sabbioso.

Dove siamo

Via Lufrano 83

Volla, NA 80040

i nostri orari

Distribuzione H24

Ufficio 9 - 18