Solen Vagina

Il Solen Marginatus è il cannolicchio che frequentemente troviamo nei nostri piatti. La specie più comune, appartenente alla famiglia dei Solenidae. Detto comunemente “tabacchino”, molto spesso viene confuso con il suo simile “Ensis Minor”, di cui in seguito approfondiremo le differenze.

 

Caratteristiche Morfologiche del cannolicchio Solen Vagina

 

La conchiglia è equivalve, inequilaterale, dritta, dalla forma molto allungata (quasi cilindrica), aperta alle due estremità con le due valve convesse. Per quanto riguarda i margini:

  • quello dorsale e ventrale sono paralleli, lunghi, taglienti e dritti;
  • quell’anteriore e posteriore sono tronchi e arrotondati;
  • quell’anteriore è leggermente obliquo e presenta un solco trasversale.

 

Sulla faccia esterna delle due valve riscontriamo la presenza di strie longitudinali di accrescimento, che formano un vero e proprio angolo retto attraverso una linea diagonale che va dall’umbone all’angolo opposto (l’umbone è situato sul margine dorsale). Entrambe le valve sono dotate di cerniera, munita soltanto di un dente cardinale.

Per quanto concerne invece il muscolo adduttore anteriore, l’impronta non supera l’estremità posteriore del legamento.

Per immaginare e descrivere correttamente la forma di questa tipologia di cannolicchio, possiamo pensare al manico di un coltello, per la linea allungata e cilindrica.

Il Solen Vagina (detto anche Solen Marginatus) può raggiungere anche dimensioni notevoli, fino a 14 cm.

 

Colorazione interna ed esterna del Solen Vagina

 

La colorazione esterna è tendente sia al bianco-giallastro che al brunastro, con la presenza di linee trasversali abbastanza marcate, in un mix di tonalità chiare e scure, per interrompersi in un’area triangolare obliqua che pervade tutto il corpo del cannolicchio. Come non notare le linee trasversali perpendicolari che si incrociano con quelle dapprima descritte per un gioco di tagli e sfumature unico.

 

Diffusione e Habitat del cannolicchio Solen Vagina

 

La diffusione principale del cannolicchio Solen Vagina, detto anche Solen Marginatus, avviene nelle acque del Mediterraneo.

Come vengono raccolti tali molluschi? Come abbiamo visto per il Solen Minor, la raccolta in immersione è tra i metodi maggiormente consigliati per estrarre i cannolicchi. Nello specifico, viene utilizzata la salamoia.

Il procedimento è molto semplice: i subacquei si immergono con una bottiglia di plastica, con all’interno sale marino. Quest’ultimo, venendo a contatto con l’acqua, crea una vera e propria ipersatura di sale. Come si utilizza la salamoia invece? Viene espulsa attraverso il foro praticato nel tappo e introdotta nei buchi (che rappresentano il segnale della presenza dell’animale).

Cambiando la salinità dell’area in maniera forte e notevole (quasi brusca), l’animale fuoriesce dal sedimento e viene raccolto. Per quanto riguarda concerne invece la pesca professionale, nella maggior parte dei casi viene utilizzata la draga idraulica, soprannominata cannellara.

Può essere pescato anche grazie all’ausilio di una piccola asta di ferro: da qui il nome Capa da Fero o Tabachino.

 

Ensis Minor vs Solen Marginatus: il confronto tra i due cannolicchi

 

Appartenenti a due famiglie storiche differenti, da un lato quella delle Pharidae e dall’altro le Solenidae, spesso viene fatta confusione tra le due tipologie di cannolicchi.

Le differenze che intercorrono tra l’Ensis Minor e il Solen Marginatus sono: 

 

  1. L’Ensis Marginatus presenta soltanto un solco al margine anteriore delle valve;
  2. Nella Cerniera, l’Ensis Minor presenta due denti cardinali e uno laterale, mentre il suo rivale un solo dente cardinale e uno laterale;
  3. Qualora i denti dovessero risultare assenti, la differenza è evidente nella forma:
    l’Ensis Minor presenta i due bordi inclinati in direzione opposta, mentre il Marginatus ha soltanto un lato obliquo mentre l’altro è perpendicolare all’asse della conchiglia.
  4. L’Ensis Minor predilige i fondali sabbiosi, caratterizzati da sabbie fini superficiali, presenti lungo le fasce costiere. Il Solen Marginatus invece adora i sedimenti che presentano una percentuale maggiore limo-argillosa e preferisce trascorrere il suo tempo presso le acque lagunari;
  5. L’Ensir Minor, da un punto di vista organolettico, viene preferita per la consistenza delle carni e per il gusto unico.
  6.  

Dove siamo

Via Lufrano 83

Volla, NA 80040

i nostri orari

Distribuzione H24

Ufficio 9 - 18