Cozza Pelosa

La cozza pelosa, detta anche modiola, è uno dei molluschi bivalve più apprezzati, protagonista di mille pietanze culinarie, sia legate alla tradizione che alla nuova cucina gourmet. 

Oggi scopriremo insieme tutte le caratteristiche morfologiche, biologiche e nutrizionali di tale molluschi. Seguici!

 

Le caratteristiche morfologiche e biologiche della Cozza Pelosa

 

Il modiolus Barbatus è un mollusco bivalve, caratterizzato dalla conchiglia ovale, allungata e triangolare, chiaramente convessa nella parte anteriore. Possiamo notare come la conchiglia presenti delle meravigliose linee speculari: la parte superiore e quella inferiore infatti sono uguali, perfettamente identiche.

Le due valve (parliamo appunto della faccia della conchiglia) sono unite da una cerniera, caratterizzate, contraddistinte e rese uniche da questa peluria (da cui viene la denominazione cozze pelose), con filamenti più o meno lunghi e fitti. La parte esterna inoltre presenta dei motivi a cerchi concentrici, segni lasciati nel corso degli anni (in relazione allo sviluppo del mollusco).

L’umbone è poco marcato e situato nella parte anteriore. All’interno della conchiglia come non notare il mantello, che copre, contiene e ripara tutti gli organi, soprattutto quelli riproduttivi. Come distinguere le cozze pelose donne da quelle maschili? Nelle femminili il colore è arancione vivo, nelle maschili è color crema.

Raggiungono dimensioni massime di 6 cm, anche se la misura media è pari ai 4-5 cm.

 

Differenza dalle altre tipologie di cozze

 

In cosa si differenziano dalle altre tipologie di cozze?

  1. La conchiglia esterna è di colore bruno-giallastro anziché nera
  2. La presenza di peluria che le rende uniche
  3. Un gusto più salato e saporito rispetto alle altre (che andremo ad approfondire di seguito)
  4. Hanno una forma oblunga, più irregolare e rotonda proprio nella parte finale, in opposizione all’umbone. 

 

Di cosa si nutrono le cozze pelose?

 

Di plancton e particelle organiche, che acquisiscono e filtrano tramite le branchie: motivo per il quale è necessario acquistarle sempre presso i centri di depurazione, che offrono un prodotto completamente depurato, spurgato e pronto all’uso.

Basti pensare che in Puglia è di comune usanza consumarle crude, ma noi consigliamo fortemente di effettuare prima un processo di depurazione per eliminare qualsiasi agente patogeno. 

 

Biologia e processi riproduttivi delle cozze pelose

 

Il primo elemento che influisce decisamente sul processo riproduttivo è la latitudine in cui vivono appunto le cozze. Quando vengono deposte le uova, vengono trasportate dalla corrente per un periodo che mediamente dura 72 ore. Trascorso questo lasso temporale, si depositano verso il primo supporto che incontrano nella loro direzione, che sia uno scoglio o un sasso. Come avviene questo aggancio? Attraverso la DOPA (L-3,4-diidrossifenilalanina), una fibra che permette di attaccarsi a tale elemento di supporto in maniera definitiva (dovranno passare anni infatti per separarli e distruggere il bisso, ossia il filamento che li unisce). 

 

Diffusione, pesca e allevamento delle cozze pelose

 

La diffusione principale delle cozze pelose come abbiamo visto avviene principalmente nel

  1. Mar Mediterraneo in cui la specie è molto comune
  2. Atlantico Orientale, dalle Isole Britanniche al Marocco, comprese le Isole di Capo Verde e le Azzorre


Come abbiamo anticipato, sono facilmente reperibili presso il Mar Ionio e Il Mare Adriatico. In Puglia sono considerate una vera e propria prelibatezza.

Per quanto riguarda l’allevamento, le cozze pelose sono facilmente allevabili: i pescatori calano le famose e tradizionali corde nel mare durante il processo riproduttivo e aspettano che le larve si attacchino. Con tanta pazienza, dedizione ed esperienza, con il massimo rispetto della regolamentazione in atto (verificando sempre il limite di peso da rispettare), con le migliori tecniche, allevarle diventerà molto semplice!

 

Caratteristiche organolettiche e valori nutrizionali delle cozze pelose

 

Le carni delle cozze pelose possono essere descritte in sole tre parole: bontà, gusto e ottima consistenza. Sono l’ingrediente principale di tantissimi piatti, che siano primi, secondi, antipasti. Insomma, le vere protagoniste della cucina per la loro versatilità.

Rispetto alle Mytilus Galloprovincialis, hanno un gusto più deciso, più salmastro e forte proprio per le acque dalle quali provengono.

Quasi del tutto identici, invece, i valori nutrizionali: le cozze pelose confermano un basso contenuto lipidico e un alto livello proteico. Sono ricche dunque di proteine, sali minerali (specialmente sodio, fosforo e potassio) e poco caloriche. Per 100 grammi di prodotto, assumiamo soltanto 84 kcal.

Dove siamo

Via Lufrano 83

Volla, NA 80040

i nostri orari

Distribuzione H24

Ufficio 9 - 18