Questa volta siamo qui in collaborazione con lo chef Procolo Abbate della taverna di mare “Abbascio ‘u Mare” di Pozzuoli. Oggi scopriremo insieme come realizzare i migliori gnocchi con nero di seppia fatti in casa, zucca e vongole veraci. Iniziamo con gli ingredienti che ci serviranno per realizzare questa preparazione. 


Ingredienti per due persone

Vongole Ittica Buonocore in sacchetto

  • 200 grammi di patate lesse
  • 5 grammi di nero di seppia in polvere oppure fresco
  • 80 grammi di farina di semola
  • 150 grammi di semola
  • 200 grammi di vongole di Ittica Buonocore
  • 1 uovo intero
  • 1 spicchio di Aglio
  • Olio evo q.b.
  • Odori a piacere

 

 

 

 

Preparazione

Lavorazione gnocchi al nero di seppia

Il primo passaggio consiste nella preparazione degli gnocchi fatti in casa. Schiacciamo le patate che abbiamo precedentemente lessato, le impastiamo insieme al nero di seppia per dare il colore desiderato, uniamo l’uovo e il 60% della farina. Una volta ottenuto un impasto omogeneo, lasciamo riposare per 15 minuti.

Passato questo tempo, formiamo dei filoncini lunghi e sottili (della larghezza degli gnocchi che andremo a fare), e tagliamo gli gnocchetti con la grandezza desiderata. Li disponiamo su di un vassoio (sul quale sarà stata versata la farina restante) separati e ben distanti tra di loro affinché non si attacchino


Passiamo al secondo passaggio: prendiamo l’acqua, mettiamola a bollire in una pentola alta (che andrà riempita per circa il 75% della capienza). Dopo aver effettuato questi passaggi:

 

  1. prendiamo un tagliere sul quale tagliamo la zucca a cubetti di circa 1 cm; 
  2. puliamo l’aglio privandolo dell’anima; 
  3. prendiamo una padella capiente e facciamo soffriggere aglio e olio. Una volta che aglio sarà dorato, andremo ad aggiungere la zucca e le vongole
  4. copriamo il tutto con un coperchio e lasciamo cuocere per tre minuti a fiamma moderata; 
  5. una volta che le vongole si sono aperte del tutto, le togliamo e le mettiamo da parte in una ciotola che dovrà essere coperta (con coperchio o pellicola alimentare); 
  6. continuiamo a far andare dolcemente la zucca per altri 6/7 minuti aggiungendo sale e acqua solo se servono; 
  7. nel frattempo, sgusciamo le vongole e aggiungiamole al sughetto;
  8. andiamo a salare l’acqua di cottura e caliamo gli gnocchi. Una volta che saranno a galla, saranno pronti per essere scolati e aggiunti al sugo con vongole e zucca

 

L’ultimo passaggio consiste nel far saltare e mantecare gli gnocchi nella padella e aggiungere del prezzemolo/basilico tritato. A questo punto, il piatto sarà pronto per essere servito. 

 

Biografia dello Chef Procolo Abbate

Chef Procolo Abbate

Lo Chef Procolo Abbate nasce a Pozzuoli nel 1989 e sin da piccolo ha la passione della cucina, soprattutto di mare che è per lui fonte di ispirazione e testimonianza delle sue origini.  

Inizia a muovere i primi passi nella ristorazione all’età di 15 anni: non avendo una formazione scolastica alberghiera la sua “gavetta” parte dal gradino più basso della cucina. Inizia dunque come lavapiatti e pentole nei vari ristorantini locali della sua città.

Nel 2009, si arruola nella Marina Militare dove svolge la mansione di aiuto cuoco per circa 18 mesi. Durante la missione antipirateria marittima “Atalanta”, viene in contatto con la cucina dell’Africa orientale e ne resta profondamente colpito. Finita la carriera militare, ritorna a Napoli e inizia a lavorare nei locali della provincia. 

Nel 2013, parte per Vienna dove diventa capo partita prima e sous chef in due ristoranti noti del centro fino al 2018. Ritorna a Pozzuoli e inizia a lavorare come Chef di cucina presso “Abbascio ‘U Mare”.

 

La taverna di Mare “Abbascio ‘U Mare”

 

Abbascio ‘u Mare è una taverna di mare sulla Darsena di Pozzuoli, che da anni investe nei prodotti del territorio per promuoverne la storia enogastronomica e l’economia locale.

Il nome ha una storia ben profonda: “Abbascio ‘u mare” significa giù al mare, il luogo dei pescatori di Pozzuoli devoti alla Madonna Assunta.

Un luogo di storia, di mare e di tradizione che fa della semplicità il suo punto di forza, garantendo al tempo stesso un originale tocco di creatività nei piatti che propone. 

 

0
Ti è piaciuto l'articolo? Lascia un commentox
()
x